I denti del giudizio vanno sempre estratti?

a cura di Davis Cussotto

I denti del giudizio o terzi molari sono gli ultimi denti a erompere, ossia a crescere nelle arcate dentali.    Mediamente questo accade in una età compresa tra i 17 e 30 anni ma in alcuni casi anche più tardi.  In un’elevata percentuale di casi non trovano lo spazio sufficiente per un corretto posizionamento, per questo vanno spesso incontro a carie precoce, con danni ai denti adiacenti e talvolta a  cisti.

Generalmente l’estrazione dei denti del giudizio è indicata quando sono presenti segni o sintomi di patologia. Quali sono invece i motivi per cui è bene conservarli in arcata?

Ne parla un recente studio pubblicato sul  Journal of Oral and Maxillofacial Surgery eseguito in Belgio su  1682  pazienti presso la Clinica Universitaria di Lueven, gli autori  De Bruyn L, Vranckx M, Jacobs R, Politis C  hanno individuato  8 situazioni in cui  mantenere in arcata i denti del giudizio , eccole:

1 rischio chirurgico eccessivo di danneggiare le strutture adiacenti;

2 stato di salute del paziente compromesso;

3 spazio adeguato per l’eruzione;

4 il terzo molare funge da dente portante di ponte o corone;

5 ragioni ortodontiche;

6 eruzione del terzo molare in occlusione corretta;

7 terzo molare asintomatico in pazienti di età >30 anni;

8 decisione del paziente.

Articoli correlati

Torna in alto