La malattia da reflusso gastroesofageo (MRGE) puo’ essere diagnosticata precocemente dal dentista

a cura di Davis Cussotto

Il reflusso gastroesofageo è una affezione, molto diffusa  nella mezza  età,  in cui i contenuti dello stomaco, con i succhi gastici acidi, risalgono nell’ esofago e talvolta nella cavità orale.  La causa è una digestione rallentata o una insufficienza del cardias, la valvola  al confine tra esofago e stomaco.

Se il disturbo persiste da origine a una vera e propria malattia (Malattia da Reflusso Gastro Esofageo) con ulcerazioni delle pareti dell’ esofago ,  lesioni dentali  e sintomatologia dolorosa. La complicanza più temibile della MRGE è il tumore dell’ esofago.

Le erosioni dentali sono un sintomo della MRGE. Prendono origine dalle sostanze acide provenienti dallo stomaco  e  sono importantissime per la diagnosi precoce della malattia.  Un recento studio di ricercatori Italiani (dental cadmos III/2017) ha messo in evidenza  che esite un’ associazione tra il grado di erosioni  dentali presenti e il grado dell’ esofagite.

Per fare questo i ricercatori hanno reclutato 150 pazienti che presentavano erosioni dentali. È stata condotta la raccolto un questionario sulle  abitudini alimentari e i sintomi da reflusso acido. Il 30% dei pazienti studiati  avevano evidenziato sintomi da reflusso acido,  a questi  stato eseguito il Pep-test  (la  ricerca della pepsina, enzima digestivo dello stomaco, nella cavità orale) e ad esofagoduodenoscopia per valutare il grado di esofagite (classificazione di Los Angeles). Le erosioni dentali sono state distinte sulla base della classificazione di Ganss..   Esiste un’associazione tra il grado di esofagite e il grado di erosione dentale.

Il dentista spesso è il primo sanitario che intercetta questi pazienti, in assenza di pirosi (dolore esofageo),  se rileva  erosioni dentali può richiedere un approfondimento diagnostico al medico curanteR

Dr. Davis Cussotto

 

 

Articoli correlati

Torna in alto