Come orientarsi nell’acquisto dei colluttori, consigli per i pazienti

a cura di Davis Cussotto

Prevenire la  carie,  soprattutto nell’ infanzia, vuol dire ridurre la concentrazione di  alcuni batteri (streptococchi mutans e  Lactobacillus)  acidificanti  che provocano  le  miocrofratture dello smalto tipiche della malattia.

I colluttori sono delle soluzioni medicamentose per l’igiene del cavo orale, di supporto alle tecniche d’igiene dei denti e delle gengive che svolgono un ruolo importante nella prevenzione.

Chimicamente li classifichiamo in  4 gruppi:

Clorexidina è un potente agente  antisettico attivo contro il streptococchi mutans,  riduce anche l’adesione dei batteri alla superficie dei denti , facilitando la rimozione con lo spazzolino. Non va usato di routine ma solo se prescritto dal dentista nei casi selezionati. Causa una lieve colorazione  bruna sulla superficie dello smalto che si risolve facilmente con il Polish professionale. E’ in commercio sotto numerosi nomi commerciali (Curasept, Dentosan, Parodontax, Curaden, Corsodyl, Plackcontrol etc).

Lo iodopovidone è un antisettico a base di iodio  utilizzato in bocca soprattutto dopo la chirurgia. Il nome commerciale più conosciuto è  Betadine colluttorio

Il cetilpiridinio cloruro è un composto di ammonio quaternario molto attivo  contro i batteri cariogeni  senza  provocare la pigmentazione bruna delle smalto.  Nomi commerciali più comuni  Tantum verde,  Aquafresh, Cetilsan etc).

Gli oli essenziali contenuti in colluttori, come Listerine  riducono l’adesione dei batteri alla superfici  dello smalto favorendone la rimozione  della placca con lo spazzolino.

Un  recente studio  pubblicato sull’Australian Dental Journal  mette a confronto  i prodotti commerciali contenenti questi principi attivi, ma non conferisce  a nessuno la palma del vincitore anche se la Clorexidina  presenta una migliore capacità di inibire la crescita dei batteri cariogeni.

Da questo studio emerge l’utilità dei dentifrici contenenti Listerine per l’igiene orale dei bimbi al di sotto dei 6 anni, quando il colluttorio è controindicato.

Dr. Davis Cussotto

Articoli correlati

Torna in alto